La paglietta, è ancora attuale? Con cosa la abbiniamo?

Gene Kelly e Fred Astaire con la paglietta

Buongiorno hoppers, avete deciso quale è il vostro look per la prossima festa swing?
Potreste scegliere di indossare un cappello un po’ inusuale ma di sicuro effetto.

La paglietta, è quel cappello con la cupola piatta e la tesa piccola e rigida, spesso ornata con un nastro scuro.
È un cappello originariamente realizzato in paglia chiara intrecciata, accessorio indispensabile del guardaroba maschile nei mesi estivi. Era il cappello sport-chic da esibire associato ai balli o alle uscite in campagna nelle belle giornate di sole.

Compare nei dipinti degli impressionisti francesi: Manet e Renoir dipingono uomini di fine 800 con questo copricapo in gite in barca sul fiume.

La paglietta fa parte della divisa del canottiere, insieme a blazer a strisce e pantaloni in flanella, dalla fine dell’800 fino al 1940 era infatti definita “cappello alla canottiera”.

Gene Kelly e Fred Astaire indossano la paglietta in una foto d’epoca

La paglietta nella storia italiana

La storia della paglietta è anche italiana: l’industria della paglia era fiorente in Toscana fin dal 700. A Napoli gli avvocati erano chiamati pagliette perché portavano come tratto distintivo cappelli di paglia neri.

Le donne inizialmente lo hanno adottato negli anni 20/30 nei collegi come parte dell’uniforme estiva, entrando poi nel guardaroba femminile come accessorio ornato di nastri colorati e fiori.

È diventato un vero accessorio di moda tornando minimal con nastro nero, quando Coco Chanel ne ha fatto il suo marchio di fabbrica, preferendolo a tutti i copricapi femminili.

Spiritosa e casual, si presta ad essere abbinata ad outfit diversi maschili e femminili

Si porta inclinata indietro o leggermente di lato, con acconciature raccolte.


D’estate indossatela con uno chemisier a righe o un abito floreale sotto al ginocchio, ai piedi scarpe basse : ballerine o stringate.
Abbinata ad un blazer o ad un blazer dress in versione total white sembrate uscite dal grande Gatsby.
Per un effetto più vintage camicia bianca maschile, pull senza maniche o bretelle, pantalone tartan con pence e scarpe maschili, magari bicolore.

La paglietta, da sempre, si presta per l’outfit sia maschile che femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.