Il risvolto nel pantalone uomo, come nasce e consigli sul suo impiego

Jeans con il risvolto, una scena dal film, Il Selvaggio.
5
(2)

Il pantalone uomo può presentarsi in due modi: con il fondo liscio o con il risvolto.

Nel mondo Spirit of St. Louis non sentiremo quasi mai parlare di fondo liscio dato che una delle caratteristiche del pantalone da lavoro è proprio la presenza del risvolto.

Diverso è il discorso per la divisa militare, specie nel caso delle uniformi da cerimonia. In questo caso, il pantalone che più vi si accosta è il nostro modello Lindy Hop, ispirato all’epopea dei trasvolatori del Novecento.

Risvolto nel pantalone uomo Spirit of St. Louis
Modello Iceman con ampio risvolto
Modello Lindy Hop, Spirit of St. Louis, senza risvolto
Modello Lindy Hop, qui proposto con fondo liscio
Modello Lindy Hop, Spirit of St. Louis, senza risvolto
Modello Lindy Hop con fondo liscio. Per un look street consigliamo il risvolto

Acquistanto uno dei nostri pantaloni da uomo noterai una vera e propria sorta di estensione della gamba.
Ebbene è frutto di una scelta molto precisa.

Perché il risvolto?

Il risvolto nel pantalone uomo è nato, secondo la leggenda, dall’idea di Re Edoardo VII d’Inghilterra a metà Ottocento. In seguito diffusosi in tutta l’Europa e poi nel mondo, diventa abituale per preservare il fondo dei pantaloni dagli effetti delle intemprerie.

Risvoltare il pantalone diventa essenziale nelle giornate piovose, se si cammina molto, specie in presenza di neve, fango e pozzanghere. Aiuta a conservare intatto il fondo dei pantaloni.
Così è stato fino agli anni 50 quando, complice l’influenza del cinema sul costume popolare, si è trasformato via via soprattutto in un vezzo legato al look contemporaneo.
Oscillando su e giù per le caviglie di generazioni e generazioni oggi sta ritornando nella versione più alta. Anche 8/10 centimetri.

Molto criticato oggi per essersi trasformato nel “risvoltino”, in realtà nell’interpretazione che ne diamo noi diventa piuttosto un segno distintivo, ma anche di eccellenza sartoriale.

A chi si addice

Il risvolto valorizza le figure longilinee e penalizza gli uomini bassi. A questi ultimi consigliamo sempre il fondo liscio.
Gli uomini dalle gambe lunghe o una corporatura snella potranno optare per un risvolto fino a 5 centimetri, che sarà comunque in grado di bilanciare visivamente la loro figura.

Spirit of St. Louis lo consiglia caldamente se si veste casual; in particolare nel pantalone work di cui siamo dei grandi fans.

Ecco di seguito alcune regole di base:

  • Casual: l’orlo del pantalone con un risvolto si appoggia sulla scarpa, coprendo la caviglia. Questa opzione è più classica. Se scegliete questa terza alternativa. Consigliamo di indossare le calze.
  • Casual/adolescenziale: l’orlo del pantalone con un risvolto rivela molto la caviglia, talvolta arrivando sopra il malleolo, da indossare senza calze. È tipico dei giovani anche se molti uomini maturi e persino agee ne abusano, con risultati veramente kistch quando non addirittura trash
  • Casual/moderno: l’orlo del pantalone con un risvolto mostra un paio di centimetri di caviglia e va ad appoggiarsi alla parte posteriore della scarpa. Perfetto per l’uso quotidiano, specie nel contesto cittadino, da evitare in contesti più formali. Senza calze indica uno stile più moderno, ma noi lo preferiamo senz’altro con le calze.
Modello Iceman di Spirit of St. Louis con ampio risvolto
Modello Iceman di Spirit of St. Louis con ampio risvolto

La scelta di Spirit of St. Louis

La nostra scelta è stata quella di assecondare l’idea di un outfit street di tipo classico – se per classico si può intendere il vestiario di inizio Novecento nei bassifondi suburbani.
Nascono così creazioni molto generose in lunghezza che consentono di personalizzare la gamba come meglio vogliamo interpretare il nostro look.

Più composto per l’outfit da lavoro o per gli incontri sociali; il risvolto può diventare piuttosto “spontaneo” e “casual” per il tempo libero.

Pantalone da uomo Iceman di Spirit of St. Louis
Iceman con risvolto composto per occasioni social

Quanto deve essere alto il risvolto?

Anche se generalmente si consiglia di non superare i 4cm (ma qui si intende nel pantalone classico), noi in realtà non poniamo limiti, dato che molto dipenderà dall’uso del pantalone.
Ad esempio nel ballo boogie-woogie o in altri ancora potrà addirittura diventare temerario tanto da accorciare di molto la gamba e lasciare scoperta parte del polpaccio.

A seconda del modello di pantalone e degli abbinamenti, sapremo sempre trovare una nuova interpretazione al nostro look.
Il consiglio è sempre lo stesso: sperimentare e divertirsi.

I consigli sul risvolto se si veste elegante, classico o informale

L’altezza del risvolto in uso oggi varia tra i 3 e i 4 centimetri. Superare questa misura diventa eccessivo se si veste formale. 

In ogni caso la scelta del risvolto varia in base alle circostanze. Vi sono contesti in cui il risvolto non è adatto: matrimoni, colloqui di lavorativo, appuntamenti importanti ed eventi formali che richiedono abiti in, come smoking o tight. Può essere indossato in situazioni meno formali, sia su pantaloni prodotti già con il risvolto, sia creandolo voi stessi; il caso più classico è il risvolto fatto a mano sui blue jeans, ma nel caso del pantalone classico è di rigore il risvolto fatto con il ferro da stiro. 

In particolare il blue jeans con taglio vintage come Iceman e Cinquetasche, ben si presta; anzi “chiama” il risvolto.



Il trucco… militare

Un risvolto deciso si abbina perfettamente a pantaloni da lavoro per uomo, specialmente se seguono uno stile vintage. Un risvolto più ampio, magari su pantaloni color kaki, verde o biscotto, che scopre abbondantemente stivaletti tipo anfibio, può trasformare il vostro look conferendogli un tocco militare.

Qui sotto l’esempio di Iceman color kaki.

Iceman gabardina cotone color kaki. Pantalone retrò USA 1887 by Spirit of St. Louis
Iceman gabardina cotone color kaki. Pantalone retrò USA 1887 by Spirit of St. Louis

Il risvolto che duetta con la camicia in chambray

 

La creatività nell’uso del risvolto si manifesta anche nel controllo del ritmo.

Il trucco del risvolto per unire capi  in toni differenti senza che si senta la differenza di tonalità. Questa volta si tratta di lavorare di chiaroscuro per nascondere la relativa distanza tra le tonalità dello stesso colore. In un caso simile è tollerabile che i colori non siano della stessa scala.
È l’esempio del blue jeans e della camicia in chambray che facciamo nel nostro manuale per imparare a vestirsi vintage: Vestire vintage oggi, che riceverai nella tua casella di posta elettronica registrandoti alla nostra newsletter.

Usare il risvolto per abbinare blue jeans e camicia in chambray.
Usare il risvolto per abbinare blue jeans e camicia in chambray. Immagine tratta dal manuale Vestire vintage oggi che ti fornisce un sacco di consigli e di trucchi per imparare a vestirsi in dì stile vintage moderno e ad abbinare i colori in modo armonico.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

No votes so far! Be the first to rate this post.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto